Bambina dal dentista

Ortodonzia

L’ortodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa della prevenzione, diagnosi e trattamento dei vari tipi di malocclusione al fine di ricreare una funzione ideale ed una piacevole estetica del sorriso.

Queste alterazioni, se non efficacemente e tempestivamente corrette , possono infatti compromettere l'estetica generale del viso, portare a disturbi respiratori, masticatori, di fonazione ed anche posturali.

Ortodonzia Intercettiva

Per Ortodonzia intercettiva si intende quella branca dell’ortodonzia che si occupa di prevenire la comparsa di malocclusioni o, nel caso questo non sia possibile, ridurne la gravità nel corso del loro sviluppo.

È evidente che questo obiettivo di intercettare la malocclusione prima possibile ha maggiore probabilità di successo nel corso della crescita dei mascellari.

È provato che la crescita delle ossa mascellari e l’armonia dei loro rapporti reciproci deriva dalla combinazione di 2 fattori : il fattore genetico e il fattore ambientale. Il fattore genetico è strettamente legato alla ereditarietà, è scritto nel DNA del paziente e in quanto tale non è modificabile. Questo spiega l’importanza per l’ortodonzista di raccogliere con attenzione l’anamnesi familiare.

Alcune malocclusioni, come la terza classe scheletrica caratterizzata da un abnorme sviluppo della mandibola o dall’ipoplasia del mascellare superiore, hanno un’eziologia in cui predomina il fattore genetico.

Con il termine di fattore ambientale si intendono tutte quelle condizioni che possono influire su questo pattern di crescita geneticamente determinato. Stiamo parlando delle diverse funzioni svolte dall’apparato stomatognatico quindi dalla bocca, dai denti, lingua, articolazione temporo mandibolare ecc, che si traducono spesso in azioni muscolari il cui costante ripetersi modella le ossa mascellari e la posizione dei denti.

 

Parliamo anche di abitudini viziate del paziente , come la suzione del dito, l’uso eccessivamente e prolungato dei biberon, l’abitudine a masticarsi le unghie o altri oggetti.

La terapia ortodontica intercettiva vuole proprio migliorare queste condizioni funzionali e quindi evitare che la loro azione negativa protratta nel tempo possa compromettere il corretto sviluppo della bocca in modo che, a fine crescita, il paziente abbia una buona occlusione o quantomeno si trovi nelle condizioni migliori per eventualmente completare il trattamento con la terapia ortodontica fissa.

Ortodonzia fissa

L’ortodonzia fissa è in genere rivolta a pazienti con dentatura permanente. Possono essere utilizzati attacchi, brackets, tradizionali in metallo o estetici ,in ceramica, a seconda delle necessità dei pazienti.

Questa tipologia di trattamento utilizza forze meccaniche (fili ortodontici, molle ed elastici) che consentono il riposizionamento dei denti.

Ortodonzia invisibile

L' Ortodonzia Invisibile rappresenta un approccio innovativo rispetto all’ortodonzia tradizionale.

 

L'ortodonzia Invisibile non utilizza le classiche apparecchiature costituite da brackets, bensì sottili mascherine transparenti, chiamate anche allineatori, quasi invisibili e rimovibili che vengono sostituiti ogni due settimane.

L’intero set di allineatori è realizzato appositamente su misura per ogni paziente a seguito di un’ accurata valutazione preliminare del caso.